Bergoglio riceve Imam che chiede amputazione infedeli

Nuovo incontro tra Bergoglio e il grande imam di Al Azhar, Ahmed al Tayyeb. Ormai sono pappa e ciccia. L’eretico e il leader dell’Islam sunnita mondiale, si erano già incontrati una prima volta il 23 maggio del 2016 in Vaticano, e una seconda al Cairo, il 28 aprile di quest’anno.

Abbraccio col carnefice: Bergoglio accoglie Imam che invita a “stuprare donne cristiane”

Il colloquio del maggio 2016 in Vaticano segnò la ripresa del dialogo tra Al Azhar e Santa Sede, che era stato interrotto dall’università del Cairo nel 2011 a causa della presa di posizione di Benedetto XVI in difesa dei cristiani copti, dopo un attentato contro di loro in una chiesa di Alessandria. Che invece Bergoglio ha abbandonato.

Bergoglio in visita dall’Imam che invita a crocifiggere infedeli

Allora il centro dell’islam sunnita interpretò le parole di Benedetto XVI come una ingerenza.

IMAM CHOC: “LA MADONNA NELL’HAREM DI MAOMETTO”

Sheikh Ahmed al-Tayeb, che dirige la moschea e la sede di studi considerata l’istituzione più prestigiosa del ramo principale dell’Islam, avrà un colloquio con il ‘Papa’.

Sheikh Ahmed al-Tayeb, che dirige la moschea e la sede di studi considerata l’istituzione più prestigiosa del ramo principale dell’Islam, avrà un colloquio con il ‘Papa’.

Chissà se a Bergoglio ripeterà queste frasi: “per chi combatte Allah e il suo profeta, serve la punizione prevista dal Corano: la morte, la crocefissione o l’amputazione delle loro mani e dei piedi”. IMAM ‘MODERATO’: “CHI COMBATTE ALLAH VA CROCIFISSO E AMPUTATO”

O se porterà al Papa il messaggio di una delle predicatrici della sua università: ISLAMICA: “GIUSTO STUPRARE DONNE NON ISLAMICHE” – VIDEO

VERIFICA LA NOTIZIA


Lascia un commento