TERRORISTA TUNISINO SBARCATO IN ITALIA, ERA GIA’ A MILANO



Un cittadino tunisino 25enne è stato espulso oggi dal territorio nazionale per motivi di sicurezza. Lo fa sapere il Viminale spiegando che, a seguito di accertamenti investigativi, il giovane è risultato incluso in una lista di salafiti che le autorità tunisine ritenevano potessero essersi allontanati recentemente dalla Tunisia per raggiungere l’Europa.

Tradotto: è uno dei tanti detenuti sbarcato con uno dei tanti sbarchi fantasma che il governo non riesce a bloccare. Perché non li vuole fermare.

Lo straniero è stato quindi rintracciato a Milano il 25 ottobre scorso da un equipaggio della Polizia di Stato e trattenuto nel Centro per rimpatri di Torino. E’ stato rimpatriato oggi con un volo diretto a Tunisi.

Chissà cosa ha combinato nel frattempo. E chissà quante migliaia non vengono individuati, casualmente, durante i controlli.

VERIFICA LA NOTIZIA

Anche perché con questa, sono appena 91 le espulsioni eseguite con accompagnamento nel proprio paese, nel corso del 2017 e 223 quelle eseguite dall’1 gennaio 2015 ad oggi, riguardanti soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo islamico. Nel frattempo ne sono sbarcati centinaia di migliaia. Molte migliaia solo nelle ultime settimane da Tunisia e Algeria.



Lascia un commento