Parigi: il vicino islamico brucia casa famiglia Ebrei, salvati dal cane



Proseguono gli attacchi contro Ebrei e Cristiani in Francia. Soprattutto nelle zone ad alta densità islamica. Una famiglia ebrea di Parigi deve ringraziare il proprio cane della propria sopravvivenza, dopo che un vicino musulmano ha dato fuoco alla loro casa.

La famiglia si è svegliata poco dopo la mezzanotte di venerdì sera, a causa dell’insistente abbaiare del cane: la porta d’ingresso era in fiamme, con il fumo che già riempiva buona parte dell’interno del loro appartamento nel sobborgo sudorientale di Creteil.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le fiamme erano state appiccate con un fluido altamente infiammabile. La famiglia ha denunciato alla polizia un vicino, un arabo, che dopo le indagini è stato arrestato. La scorsa settimana, un uomo non identificato aveva dato alle fiamme l’auto della famiglia.

E’ in atto un’ondata di violenza islamica in Francia. E in gran parte d’Europa. Una guerra per il territorio. La comunità ebraica di Francia è una delle più grandi in Europa con circa 500.000 persone. Il numero di ebrei francesi in partenza per Israele è in costante crescita.



Lascia un commento