Nave Ong scarica 378 clandestini a Crotone



Ha attraccato nel porto di Crotone la nave della Ong spagnola Proactiva Open Arms, con a bordo 378 clandestini, in gran parte provenienti dall’Eritrea ma anche dal Pakistan. I clandestini in fuga dalla guerra in Siria, al momento dell’approdo, sotto la pioggia, ci informano i media di distrazione di massa, hanno intonato un canto di preghiera e si sono fatti il segno della croce. Ora ci prendono anche per il culo.

Le difficili condizioni meteo hanno un po’ ritardato l’arrivo della nave e la pioggia battente sta caratterizzando lo sbarco.

Sessanta clandestini resteranno in Calabria mentre gli altri saranno trasferiti, come da piano di colonizzazione del Ministero dell’Interno, in Lombardia, Lazio, Veneto, Toscana, Puglia, Liguria, Marche e Molise.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Prefettura di Crotone ha coordinato le operazioni di sbarco. Del dispositivo di accoglienza fanno parte la Capitaneria di Porto di Crotone, la Questura di Crotone, con il supporto delle altre forze di polizia, l’Azienda sanitaria Provinciale di Crotone – Suem 118 ed i servizi sociali. E la ‘ndrangheta. Tutti parassiti.



Lascia un commento