Libia: Ong fa affogare 5 clandestini tentando di sottrarli a Marina libica



Un nuovo naufragio di aspiranti clandestini, stavolta causato direttamente e non sono indirettamente, da una Ong. La femigerata Sea watch, accusata dalla Marina libica, di essere improvvisamente “comparsa” a salvataggio già iniziato da parte di una sua motovedetta, provocando “caos e confusione” e quindi l’affondamento del barcone. Con la morte di 5 clandestini.

Insomma, tutto bene fino a che non sono arrivati i trafficanti umanitari: tanta la fame di clandestini, che come sappiamo portano bonus ai ‘volontari’ delle ong, che hanno tentato di sottrarli al salvataggio della Marina libica, finendo per causare la morte di 5 di loro. Cose che capitano ai fanatici.

VERIFICA LA NOTIZIA

Altri 45 sono stati presi e portati a Tripoli. Sono quasi tutti Senegalesi e Nigeriani in fuga dalla guerra in Siria.



Lascia un commento