Un’altra vita spezzata dall’immigrazione, a 27 anni

Una vita interrotta dall’immigrazione. Valentina Fiordigigli, una bella ragazza italiana di 27 anni, di Paganica, è morta ieri sera in uno schianto sulla statale 16, all’altezza del bivio di San Gregorio: la sua auto è stata travolta da un’altra con bordo due kosovari che procedeva a folle velocità, che dopo l’impatto sono finiti in una scarpata. Ma purtroppo non sono morti.

L’Audi guidata da uno dei due kosovari che ha centrato in pieno la Fiap Punto guidata dalla 27enne. Un impatto violentissimo che non le ha lasciato scampo, con la giovane morta poco dopo l’arrivo in ospedale per la gravità delle ferite riportate.

Sul posto sono intervenuti immediatamente vigili del fioco, 118, carabinieri e polizia, con la procura dell’Aquila che ha aperto un fascicolo sull’incidente.

VERIFICA LA NOTIZIA

Una morte quella di Valentina che ha destato dolore e commozione a Paganica, dove la giovane ingegnere ambientale, era molto conosciuta ed apprezzata anche per la sua attività come catechista. Brava negli studi, attiva in parrocchia e una cristiana autentica, operosa e silenziosa sempre fuori dalle chiacchiere.

E uccisa da due immigrati. Che non dovevano essere qui.



Lascia un commento