Lei è morta, lui è già libero: scattano i permessi premio

Rudy Guede lavorerà all’esterno del carcere di Viterbo dove sta scontando – si fa per dire – una condanna a 16 anni di reclusione per l’omicidio di Meredith Kercher. Sosterrà infatti un tirocinio della durata di un anno legato alla laurea in Scienze storiche del territorio e della cooperazione internazionale presso il centro per gli studi criminologici (Csc) della stessa città laziale. Rudy Guede potrà uscire due volte a settimana e lavorare. Inoltre potrà avere permessi premio per andare dalla ex maestra a Collestrada

Una barzelletta. Questo ha, fino a prova contraria, ucciso una povera ragazza. La pena è già ridicola (16 anni) e nel frattempo studia a spese nostre, esce per fare i tirocini. Ma che cavolo di pena è?

VERIFICA LA NOTIZIA

Nel luglio del 2016, l’ivoriano si è laureato in carcere nell’ambito di uno dei corsi dell’Università Roma Tre. Guede, che ha già usufruito di diversi permessi premio grazie ai quali è anche tornato a Perugia, sarà nella sede del Csc quattro pomeriggi a settimana per tre ore al giorno (probabilmente già da martedì prossimo).

L’ivoriano è rinchiuso – si fa per dire – nel carcere di Viterbo da dieci anni. Ha ottenuto la possibilità di svolgere il tirocinio all’esterno in base all’articolo 21 dell’ordinamento carcerario. Proprio in questi giorni sono stati ricordati i dieci anni dall’omicidio di Meredith Kercher, uccisa a Perugia la sera del primo novembre del 2007.



Lascia un commento