Bimba morta di Malaria contagiata da 2 bambine africane



Condividi!

I media si sono dimentica di Sofia Zago. Forse perché è confermato che la piccola bimba italiana è solo una delle innumerevoli vittime dell’immigrazione.

I risultati delle analisi compiute dai consulenti per conto della Procura di Trento (l’inchiesta è per omicidio colposo contro ignoti) mostrano che il ceppo del parassita malarico che ha contagiato Sofia corrisponde a quello identificato in due piccole immigrate del Burkina Faso, ricoverate nell’ospedale trentino quegli stessi giorni. Le due erano appena tornate da un viaggio con la famiglia nel Paese africano, dove la malaria è diffusissima. Ma noi li facciamo andare avanti e indietro. Tanto è solo la vita dei bambini italiani che mettiamo a rischio.

Quindi Sofia è morta per la presenza, nello stesso reparto, delle due africane. Potrebbe essere stata una zanzara che ha punto loro e poi lei. Oppure l’utilizzo ripetuto di un ago dovuto ad errore umano. Ma il motivo non cambia: se non ci fossero state, lei sarebbe ancora viva.

Loro intanto sono a casa. E stanno bene.



Lascia un commento