Rovigo, alla solita coop il business dei profughi fino al 2020



La cooperativa sociale Porto Alegre si è aggiudicata un appalto per l’accoglienza e l’integrazione dei richiedenti asilo e rifugiati di Rovigo. I fancazzisti africani e pakistani che fuggono dalla guerra in Siria. Un appalto, relativo al famigerato Sprar da 691.377 euro finanziato con soldi dei contribeunti.

Sarà dunque la cooperativa oramai specializzata nel business dell’accoglienza a gestire l’affare dal novembre 2017 al novembre del 2019. Questi prendono impegni fino al 2019. Per guerre ancora non dichiarate.

La coop è già impegnata nella gestione dei richiedenti asilo in varie strutture nel Polesine, a partire dall’ostello di Arquà, a gestire i progetti di integrazione dei richiedenti asilo in due comuni: Rovigo e Occhiobello.

VERIFICA LA NOTIZIA

Alla procedura negoziata hanno manifestato interesse la cooperativa sociale Porto Alegre con sede legale a Rovigo e la cooperativa sociale Edeco di Battaglia Terme, ex Ecofficina. Tutti affaristi.



Lascia un commento