Talebani Pd iniziano a demolire i monumenti fascisti, martellati via i fregi fascisti – VIDEO



Il PD, in una delirio iconoclasta, inizia ad abbattere i monumenti fascisti. Come ISIS a Raqqa.

Imbarazzante. Il sindaco PD di Lanciano, Mario Pupillo, ha fatto rimuovere tre fasci littori dalla facciata del teatro comunale Fedele Fenaroli di Lanciano. Fasci littori presenti nel Parlamento francese, tanto per citare un luogo a caso.

I Fasci, in attesa del via libera arrivato ora della Sovrintendenza, erano stati coperti con dei drappi, come usa in Arabia Saudita o come fece Renzi con le statue durante la visita di un qualche emiro.

“Riteniamo incredibile – aveva affermato in una nota Marco Pasquini, responsabile lancianese di CasaPound Italia – che il primo cittadino dia il suo appoggio ad una simile iniziativa, paragonabile per la volontà di rimuovere la storia della nostra città per finalità ideologiche alle demolizioni dei siti archeologici siriani ed iracheni da parte dell’Isis”.

Aggiunti nel 1938 alla facciata del teatro, edificato a metà Ottocento, vengono tolti per la prima volta il 25 aprile del ‘43, spazzati via dalla furia iconoclasta del dopo regime. L’8 febbraio del 1998 ricompaiono con l’amministrazione Fosco. Oggi i manufatti spariscono di nuovo, grazie ad un cavillo, con il placet della Sovrintendenza. Se si considera la data della loro ultima apparizione, infatti, non hanno più di 50 anni e quindi non sono sottoposti a tutela.

La Storia non si cancella, si insegna. Anche per non ripetere gli errori.



Lascia un commento