L’assessore PD ha 14 immobili ma vive in casa per bisognosi



L’assessore regionale toscano alla Sanità, tal Stefania Saccardi (Pd), è in affitto in una casa della Chiesa. A prezzo calmierato. Ma risulta intestataria di ben 14 immobili.

L’assessore è proprietaria o comproprietaria coi fratelli di 14 immobili in zona Firenze, ma vive in un appartamento di proprietà dell’Istituto per il sostentamento del clero della diocesi fiorentina a canone calmierato, le cui case, dovrebbero essere assegnate a persone in difficoltà. Non a caso, il delegato diocesano responsabile del patrimonio immobiliare dell’istituto è suo fratello, Simone Saccardi. Tutto torna.

Come torna anche il fatto che fino al 2015 l’assessore era vicepresidente regionale con deleghe al welfare e alle politiche per la casa.

A scoprire gli altarini – o meglio le case – della piddina, è stato Giovanni Donzelli, consigliere regionale FdI, che ha presentato un’interrogazione.

VERIFICA LA NOTIZIA

In cambio, la Saccardi lo ha querelato, precisando che di questi immobili – nove case e cinque garage – ha la nuda proprietà, che le ha ereditate e che le ha in usufrutto la madre.

Rimane il fatto che lei ha nove case e vive in una casa del Vaticano gestita dal fratello. E che queste proprietà non risultavano dal sito della Regione, dove per legge dovevano essere dichiarate.

Al che che non ne ricava utili, i quali vanno all’usufruttuaria, quindi per legge non è obbligata a dichiararle. Infatti sul sito della regione l’assessore risulta intestataria di un’unica abitazione, a Gavorrano.

L’abitazione in cui risiede l’assessore” ha spiegato Donzelli “è di proprietà dell’Istituto di Sostentamento del Clero della Diocesi di Firenze”, ma come ha spiegato Donzelli sul sito della Regione l’assessore Saccardi risulta proprietaria di un solo immobile a Gavorrano”.

 

Falso, secondo le visure catastali in possesso del capogruppo di Fratelli d’Italia, che accertano le varie proprietà dell’assessore, con oltre dieci immobili tra Firenze e Campi Bisenzio. Inoltre, l’Istituto di Sostentamento del Clero della Diocesi di Firenze riceverebbe alcuni finanziamenti proprio dalla Regione Toscana.

 

“A questo punto – ha concluso Donzelli – sentiamo l’esigenza di capire fino in fondo se il rapporto fra l’istituto diocesano e l’assessore che si occupa del sociale e della casa sia un rapporto trasparente”.

 



Lascia un commento