Kevin Spacey stuprato dal padre bisex diventa bisex



La perversione genera altra perversione

Randall Fowler, il fratello maggiore di Kevin Spacey, ha rivelato al britannico Daily Mail i trascorsi in famiglia e gli abusi sessuali subiti dal padre, Thomas Geoffrey Fowler, che avrebbe trasformato in un inferno l’adolescenza dei due figli. Le sue dichiarazioni arrivano mentre cresce lo scandalo che ha colpito Spacey, dopo le accuse dell’attore Anthony Rapp per una aggressione sessuale subita quando aveva solo 14 anni. Fowler ha descritto come terribile la vita nella famiglia di Spacey con la figura del padre, un violento antisemita che si era tenuto i baffetti per somigliare ad Adolf Hitler, che imperversava. Sempre secondo la sua testimonianza, la madre era a conoscenza di quanto accadeva e non avrebbe fatto nulla sino a quando nel 1964 non emerse che il capofamiglia aveva abusato anche di una parente minore: “allorà finalmente si indignò”. Spacey, secondo Fowler, tentava di isolarsi e di sfuggire alle ‘attenzioni’ del padre.

VERIFICA LA NOTIZIA

Hitler, chissà perché, fa sempre pendant sui giornali di gossip. Come se lo stupro senza baffetti fosse meno grave.

Dietro ad un pervertito adulto c’è quasi sempre lo stupro da parte di un altro pervertito durante la giovinezza. E’ uno dei motivi per i quali i genitori tendono a tenere lontani i figli da un certo tipo di gay. E se l’omosessualità è quasi sempre ‘genetica’, il ‘bi-sessualismo’ non è altro che frutto di violenze pregresse.



Lascia un commento