SASSARI, RIVOLTA NON SI FERMA: MOLOTOV CONTRO CENTRO PROFUGHI

Vox
Condividi!

Ancora ‘tensione’ etnica nel quartiere di Santa Maria di Pisa, a Sassari. Ieri all’ora di pranzo è bastata una scintilla per scatenare una guerriglia urbana tra residenti e i fancazzisti africani ospiti del centro di accoglienza del Pime.

E ieri, a tarda sera, c’è stato il lancio di due molotov contro il centro. Presidiato dalle cosiddette ‘forse dell’ordine’ che ormai sono ridotte dal governo a fare da balie agli invasori che poi stuprano anche le loro figlie.

VERIFICA LA NOTIZIA

Circa settanta persone poco dopo le 13, quando mancava poco all’uscita dei bambini da scuola, si è sono fronteggiate a pochi metri dall’edificio scolastico di via Kennedy, tra via Leoncavallo e piazza Dettori, al confine tra i quartieri di Latte Dolce e Santa Maria di Pisa. In quattro, due giovani sassaresi e due ospiti del centro, sono finiti al pronto soccorso per ferite alla testa e alle gambe.

Vox

La rivolta è iniziata. Il fronte della tempesta è in arrivo. Ma il PD vuole lo ius soli: folli.