Spari a contro la coop dei profughi a Bologna

Vox
Condividi!

Qualcuno non ne può più delle molestie e dei disordini. Spari per intimidire gli africani in fuga dalla guerra in Siria e i ‘lavoratori’ dell’hub di Bologna, dipendenti della stessa Coop del mediatore culturale pro-stupro.

In due episodi, alcuni sconosciuti, a bordo di auto e moto, avrebbero sparato a salve contro il centro.

Il primo episodio, descritto nella denuncia inviata alla Prefettura dalla famigerata coop Lai-Momo, sarebbe andato in scena nella serata del 9 ottobre scorso, ai danni di tre giovani fancazzisti africani.

Vox

Coop mediatore pro-stupro ospitava profugo stupratore e assassino

Un altro episodio invece pochi minuti prima di quello riportato venerdì scorso: un uomo in moto avrebbe sparato tre colpi in aria la sera di lunedì 16 ottobre, spaventando un altro ospite dell’hub. Sui fatti stanno indagando i Carabinieri.

VERIFICA LA NOTIZIA