Al Jazeera ad Agrigento per gli sbarchi fantasma



Una troupe di Al Jazeera è arrivata a Siculiana Marina, punto di approdo privilegiato per gli sbarchi fantasma di migliaia di detenuti tunisini, per toccare con telecamere come il piano di islamizzazione dell’Europa prosegua.

La televisione del Qatar, grande sponsor del terrorismo islamico della migrazione di musulmani in Europa, ha realizzato un servizio proprio su quel tratto di mare agrigentino che ha visto in queste settimana migliaia di tunisini sbarcati.

Siculiana, spiaggia privilegiata degli sbarchi “fantasma”: ecco perché

Nei giorni scorsi, a Torre Salsa c’era stata anche un troupe di “Quinta Colonna” e una di Sky. Stamani, invece, una giornalista di Al Jazeera è stata prima a Torre Salsa e poi a Punta Bianca dove s’è registrato l’ultimo, in ordine di tempo, misterioso approdo. Uno sbarco ancora più strano rispetto ai precedenti visto che non sarebbe stata trovata neanche l’imbarcazione.

Domani la troupe della rete televisiva satellitare con sede e di proprietà del Qatar sarà a Palermo per la conferenza mediterranea dell’Osce. Una conferenza che ha l’obiettivo di promuovere il rafforzamento dei legami tra l’Osce e i paesi della sponda islamica del Mediterraneo: Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto, Israele e Giordania.

“L’intento è quello di rafforzare negli Stati membri dell’Osce la consapevolezza che sia necessaria una risposta congiunta all’emergenza migratoria e alle sfide provenienti dal Mediterraneo” – ha millantato il ministro degli Esteri abusivo, non a caso l’agrigentino Angelino Alfano – .



Lascia un commento