Islamica sepolta in aiuola, figlia minaccia: “Siete crociati”



Nei giorni scorsi l’assurda notizia della musulmana sepolta in un’aiuola pubblica perché i suoi non volevano farla riposare tra infedeli:

“Cimitero non rispetta Islam”, tomba privata per Musulmana

Non contenta del privilegio, la figlia minaccia di denunciare chi ha protestato nientepopodimenocheteneteviforte a Bergoglio. Il che dimostra che i musulmani lo vedono come uno di loro.

Proseguono le polemiche circa l’autorizzazione da parte del sindaco di Eboli, Massimo Cariello, per il seppellimento di una donna di fede islamica in un’area verde sconsacrata del cimitero, situata fuori dal camposanto. La donna si è spenta il 13 ottobre scorso e da quattro giorni la salma aspettava di essere seppellita, perché tra ‘impuri’ non se ne parlava: da lì, l’ordinanza del sindaco che ha mandato su tutte le furie i cittadini e il senatore di Forza Italia Franco Cardiello, il quale ha annunciato di far presente il caso al Ministero dell’Interno.

Contro il senatore la figlia della donna morta, Chakir Fatiha, vicepresidente della Consulta per gli immigrati di Salerno: “Il senatore nel comunicato stampa, cita una delle più belle poesie di Totò, ‘La Livella’, dimenticandone però la morale: ’Siamo tutti uguali dinanzi alla morte‘. Sì, siamo tutti uguali qualunque sia l’origine la tradizione o la cultura di appartenenza – ha precisato Chakir Fatiha – In accordo con tale assunto, la laicità dello stato e la Costituzione garantiscono a noi tutti la libertà di professare liberamente il culto ed il diritto di essere accompagnati all’eternità, nel rispetto dei precetti del culto di appartenenza”. Siamo tutti uguali, ma loro in mezzo agli impuri non si fanno seppellire.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Ci sentiamo in obbligo di portare a conoscenza di questa vicenda il Santo Padre e per questo scriveremo a Papa Francesco per metterlo a conoscenza dell’assurda crociata di questo senatore della Repubblica che, in nome della difesa dei valori cristiani, pratica disuguaglianza nei confronti di una povera defunta, tradendo tutto ciò che il cristianesimo e la chiesa cattolica insegnano“, ha concluso.

Ora i musulmani vogliono anche insegnarci il Cristianesimo.



Lascia un commento