Milioni di euro alla ‘ndrangheta per ospitare 700 profughi



il prefetto di Vibo Valentia ha fatto scattare un’interdittiva antimafia per due cooperative che gestiscono tre centri di accoglienza di Briatico: la “Monteleone Servizi” e la “Monteleone 3.0 protezione civile”. Non prima di avere foraggiato queste coop – e quindi la ‘ndrangheta – con milioni di Euro.

Pare in realtà che la gestione sia solo sulla carta, visto che dalle indagini in corso sarebbe emerso ben altro: l’accoglienza è in mano ad una società con forti infiltrazioni mafiose. Subappalti illegittimi e società vicine ai boss della ‘ndragheta calabrese sarebbero infatti dietro al monopolio di forniture ai tre centri. Il commissariamento deciso dal prefetto Longo è senza precedenti e dovrebbe servire proprio a interrompere il business illegale, garantendo al contempo la prosecuzione dell’indagine sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nella gestione dei centri che si occupano dell’accoglienza di 700 richiedenti asilo politico.

VERIFICA LA NOTIZIA

Per ogni ospite viene riconosciuta una diaria giornaliera di circa 35 euro, che per i minori sale in alcuni casi a più del doppio.

Nel caso in questione, per tutti i fancazzisti delle tre strutture di Briatico si arriva a un volume di affari di oltre 700 mila euro al mese.

La ‘ndrangheta ringrazia.



Lascia un commento