Soros investe 18 miliardi nell’islamizzazione dell’Europa

Condividi!

Secondo il “Wall Street Journal”, lo speculatore apolide investirà 18 miliardi di dollari, la maggior parte della sua fortuna alla sua fondazione, la famigerata Open Society Foundations, creata nel 1979. E impegnata nella destrutturazione delle nazioni occidentali.

In totale, il miliardario e la sua fondazione hanno già investito 14 miliardi di dollari in progetti di questo tipo.

Molti di questi soldi, George Soros, li ha fatti speculando contro la Lira nel 1992, quindi sono un po’ soldi nostri.

La Open Society Foundation ufficialmente lavora per la democrazia, lo sviluppo e la libertà di informazione. Ma la ‘loro’ democrazia. Il ‘loro’ sviluppo’. La ‘loro’ libertà di informazione.

Open Society è anche molto attiva negli Stati Uniti, dove ha finanziato programmi per immigrati, minoranze nere e latine e detenuti.

George Soros ultimamente sta perdendo colpi. Ha sostenuto e finanziato Hillary Clinton durante la campagna ed è il nemico giurato di Trump, dopo la cui elezione veva predetto che i mercati sarebbero crollati. Invece c’è stato il boom.

VERIFICA LA NOTIZIA

Comunque: 18 miliardi di euro come testamento per la distruzione delle nazioni occidentali e la loro trasformazione in cloache multietniche che una piccolà élite pura e ricca può ‘governare’. Stiamo parlando di cifre gigantesche. Tutta questa ricchezza concentrata in poche mani, mette a rischio il principio stesso della democrazia.




Lascia un commento