Centinaia di Tunisini traghettati di notte da Lampedusa in Sicilia e imbarcati sui treni – VIDEO CHOC



Il governo agisce di notte, come i ladri:

“Agrigento chiede aiuto. Tutti i giorni decine e decine di migranti tunisini (ex detenuti ndr.) sbarcano a Lampedusa. Passano qualche giorno all’hotspot dell’isola, poi vengono imbarcati sulla nave di linea per la Sicilia ed infine vengono abbandonati sulla banchina del porto di Porto Empedocle (Ag) con in mano una busta con qualche panino ed un foglio di via, valido solo una settimana (poi dovrebbero lasciare l’Italia a loro spese – ma non lo fa nessuno)”. E’ l’appello lanciato dall’associazione Mare Amico di Agrigento. Che mostra foto e video in cui si vedono i tunisini che nottetempo camminano per le strade della provincia.

Il foglio di via è solo un biglietto per Roma, Milano e altre città italiane. E questo dopo il tentato stupro di gruppo a Lampedusa: li spostano da lì alla Sicilia e li lasciano liberi di dileguarsi sul territorio nazionale. Qui ci sono gli estremi per denunciare il governo abusivo e il ministro non eletto degli Interni.

Ripetiamo, per sottolineare la gravità inaudita di ciò che accade: traghettano quelli che sono ex detenuti tunisini da Lampedusa ad Agrigento e poi li liberano. Anzi, li scortano direttamente alla stazione in modo che si diffondano sul territorio italiano:

Detenuti tunisini appena sbarcati occupano stazione: “Tutti a Palermo”

Questi al governo sono criminali politici. Come potere altrimenti definire chi libera sul territorio ex detenuti senza controllo?

VERIFICA LA NOTIZIA


Lascia un commento