Butungu sorride, la pena è già ‘dimezzata’ in partenza

Condividi!

La sua pena parte già dimezzata in partenza. Il Tribunale collegiale, presieduto dal giudice Silvia Corinaldesi, ha infatti accolto la richiesta della difesa di procedere per tutti i capi di imputazione per evitare una doppia condanna al congolese. Una condanna unica a 10 anni è meglio di 2 di 5 anni ciascuna per eventuali sconti futuri e pene alternative.

Rito abbreviato allo stato degli atti, sei parti civili ammesse e prosecuzione del processo direttissimo al 10 novembre per Guerlin Butungu, il 20enne congolese arrestato dalla squadra mobile della Questura di Rimini per gli stupri di una turista polacca e di una transessuale peruviana avvenuti nella notte tra il 25 e il 26 agosto scorsi a Miramare. Quella stessa notte venne anche picchiato con violenza un amico della giovane dell’Est. Il Tribunale collegiale, presieduto dal giudice Silvia Corinaldesi – dopo aver sciolto il nodo sulla scelta del rito direttissimo su cui la Procura della Repubblica ha presentato una memoria e ammettendolo sui punti in cui la confessione di Butungu era piena – ha accolto la richiesta della difesa di procedere per tutti i capi di imputazione per evitare una doppia condanna al congolese.

VERIFICA LA NOTIZIA




Lascia un commento