Profughi esigono trasferimento, lo ha promesso Bergoglio



Circa 40 fancazzisti africani ospitati nell’Hub (la struttura di smistamento visitata da Bergoglio, che deve averli sobillati con la sua presenza) di Bologna, ha inscenato una protesta verso le 10 di questa mattina per chiedere un’accelerazione nei tempi di gestione delle pratiche per i trasferimenti, ritenuti troppo lunghi. Manica di lavativi africani fuggita dalla guerra in Siria, che pretende di essere smistata in hotel.

A quanto si apprende il gruppo, composto interamente da uomini, prima ha protestato negli uffici, poi è uscito in strada improvvisano una manifestazione

VERIFICA LA NOTIZIA

Non è la prima volta che nell’Hub di Bologna ci sono proteste di questo tipo. Lo scorso luglio alcune decine di ospiti, in gran parte sedicenti minori, avevano tentato di fare irruzione nella palazzina dove si trovano gli uffici di polizia e quelli riservati ai gestori. Anche in quel caso, al centro della protesta c’era la richiesta di essere trasferiti in altre strutture. Della questione era stato interessato anche Bergoglio nel corso della sua recente visita.



Lascia un commento