Hillary Clinton non si rassegna: “Ha stato Putin”



Hillary Clinton non si rassegna: se ha perso le elezioni presidenziali è stata colpa della “tempesta perfetta” causata dalle sedicenti interferenze di Mosca sul voto e della decisione dell’Fbi di riaprire le indagini sulle sue migliaia di e-mail cancellate.

L’ex first lady e candidata democratica alla Casa Bianca ne ha parlato al Cheltenham Literature Festival, durante una visita in Gran Bretagna, presentando il libro ‘What Happened’. E ha dedicato gran parte del suo intervento a Vladimir Putin, preso di mira più dello stesso Trump. “Da quel che stiamo apprendendo, le interferenze russe sulle elezioni sono state persino più allarmanti (di quanto si dicesse)”, ha millantato, accusando Putin di cercare di “mettere gli Americani gli uni contro gli altri”, di voler “spaccare l’Ue, spaccare la Nato, indebolire l’Alleanza Atlantica e minare la democrazia occidentale”.

Ha stato Putin.



Lascia un commento