Rimini, loro stuprano: il PD gli regala altri 73 mila euro



Loro stuprano le turiste sulle spiagge, e il Comune di Rimini investe 73 mila euro in attività di sostegno scolastico, linguistico e sociale degli immigrati. Risorse che si aggiungono ai 109 mila euro già stanziati dalla Regione Emilia-Romagna.

L’anno passato sono state ben 1607 le ore di lezione svolte dagli 871 iscritti ai 33 corsi attivati per la scuola di italiano della Casa dell’intercultura di via Toni. Con i risultati che hanno portato Rimini ad essere conosciuta in Polonia.

Una presenza, quella degli immigrati nelle scuole riminesi, numericamente in espansione. Un cancro che il Comune a guida PD vuole espandere e rendere incurabile.

VERIFICA LA NOTIZIA

“L’intercultura rappresenta un’opportunità – commenta Gloria Lisi, Vicesindaco con delega alla protezione sociale del Comune di Rimini, e che invece di andare a nascondersi parla – per la scuola e la società. Si tratta di esperienze e progetti ormai strutturati che vedono nella Casa dell’intercultura un importante centro di coordinamento. Integrare le famiglie straniere che lavorano da anni nel nostro territorio significa aumentare la qualità del tessuto sociale della nostra città nel suo complesso . Anche per questo ho nei giorni scorsi firmato la mia adesione a “Ero straniero, l’umanità fa bene” la proposta di legge di iniziativa popolare per nuove norme sull’inclusione sociale di cittadini stranieri“.

Ti saluta Butungu.



Lascia un commento