Permasteelisa cerca profughi da assumere al posto italiani, governo invia lista



La multinazionale di costruzioni con sede a Treviso Permasteelisa (ora sotto il controllo dei cinesi di Grandland), assumerà cosiddetti profughi al posto di italiani.

E lo farà con la benedizione del governo italiano. Un governo di criminali politici mai eletti e anti-italiani. La multinazionale, tramite la collaborazione della Prefettura di Treviso, ha infatti diramato degli annunci alle cooperative che ospitano i profughi a spese degli italiani.

Permasteelisa selezionerà i curriculum di richiedenti asilo o di ex profughi che abbiano ottenuto il riconoscimento di protezione internazionale e che siano idonei al lavoro in cantiere e disponibili a turni di lavoro anche notturni. Sarà poi l’azienda a decidere quanti migranti impiegare e come inquadrarli. Ecco cosa sta facendo il PD: rifornisce cinesi di manodopera low-cost in Italia.

VERIFICA LA NOTIZIA

«Se tra i richiedenti asilo c’è personale simile ben venga – commenta imbarazzato tal Nicola Atalmi, delegato all’immigrazione di Cgil Treviso -. Do per scontato, che si parli di contratti regolari, ma evidenzio che in questo caso anche molti trevigiani sarebbero interessati a lavorare per la multinazionale. Certo a parità si condizioni e preparazione italiani e migranti sono tutti uguali, ma suppongo che se Permasteelisa sta cercando eventuali candidati tramite prefettura e cooperative che gestiscono i centri sia perché non li ha trovati nelle liste di disoccupazione, negli uffici di lavoro interinale o in altri canali».

I profughi e gli immigrati sono qui per rubarci casa e lavoro. Per arricchire i soliti padroni.



Lascia un commento