Boldrini evita processo, ma il Magistrato: “La sovranità non può essere ceduta”



Niente processo per Boldrini. Lo ha deciso il Gip del Tribunale di Cassino dopo l’opposizione alla richiesta di archiviazione presentata dall’imprenditore Niki Dragonetti che aveva denunciato il Presidentesso della Camera:

Boldrini denunciata per razzismo: “Ha violato la Costituzione”

Le motivazioni però sembrano negare la decisione: “La sovranità – scrive il magistrato – dunque non può essere ceduta, ma solo limitata ed anche le mere limitazioni hanno ulteriori “limiti”. Fermo il divieto assoluto di cessioni, la limitazione della sovranità può avvenire unicamente in condizioni di reciprocità e al fine esclusivo (ogni altra soluzione è espressamente bocciata in seno all’ Assemblea Costituente) di promuovere un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia tra le nazioni. Limitare significa circoscrivere un potere entro certi limiti, ovvero di omettere di esercitare il proprio potere d’ imperio (che pure deve rimanere intatto) in una determinata materia, oppure di esercitarlo all’ interno di certi limiti generalmente riconosciuti dal diritto internazionale ai fini di pace e cooperazione tra le Nazioni”.

VERIFICA LA NOTIZIA
Ergo la stessa appartenenza dell’Italia all’Unione Europea, che altro non è che una cessione di sovranità, è illegale. Per questo tutti i governi che hanno avallato questa appartenenza, senza parlare di quello che ci ha fatto entrare nell’Euro, cedendo addirittura la sovranità monetaria, dovrebbero essere perseguiti. Questo se avessimo dei Magistrati.



Lascia un commento