ASSALTO ALL’ITALIA, MASCHI ISLAMICI SBARCANO OVUNQUE

ORMAI E’ EMERGENZA, LO STATO HA ABDICATO COMPLETAMENTE AL CONTROLLO DELLE FRONTIERE, IL COLLASSO E’ VICINO

Sarebbe ridicolo, non fosse tragico. Ieri due sbarchi di Algerini in Sardegna. Il secondo, intorno alle 16, direttamente all’interno del Poligono Militare di Capo Teulada, in località cala De ligusta.
Si trattava di 14 clandestini, tutti maschi e in buona salute, arrivati in Sardegna con un barchino in legno, attraccato tra gli scogli della zona interdetta al traffico civile. Ma non se sei un clandestino afroislamico: in quel caso sbarchi in zona militare tranquillo.

Se dalla Sardegna ci spostiamo in Puglia. Apprendiamo che “vagavano per la strada i migranti intercettati questa mattina nel Basso Salento, tra Corsano ed Alessano, a qualche chilometro di distanza dalla costa adriatica dove con tutta probabilità sono sbarcati nel corso della notte”.
Tutti uomini di nazionalità pakistana, sono stati intercettati dai carabinieri della compagnia di Tricase mentre si spostavano verso l’entroterra suddivisi in due gruppi. In quattro erano già giunti ad Alessano, mentre gli altri sette sono stati visti mentre si spostavano per le strade di Corsano.

E sono 519 i magrebini giunti negli ultimi tre giorni nella più grande delle Pelagie; attualmente nel centro d’accoglienza di Lampedusa ci sono oltre 600 clandestini. Tutti maschi. Tutti Tunisini.

Mentre ieri sera una nave militare ha scaricato a Messina 200 clandestini. Anche in questo caso quasi tutti giovani uomini, ma dell’area sudsahariana.

VERIFICA LA NOTIZIA

Maschi islamici che approdano da un angolo all’altro dell’Italia. Cosa c’è da preoccuparsi…E chissà quanti non vengono individuati. Sicuramente la stragrande maggioranza.



Lascia un commento