Profughi in prefettura: “Quando ci date la paghetta?”

Lamentano cibo inadeguato, mancata elargizione della paghetta da profugo quotidiana nota come ‘pocket money’ e scarsa assistenza. Queste le proteste dei richiedenti asilo africani in fuga dalla guerra in Siria ospitati a Castelvetro, che si sono recati in prefettura a Piacenza per ‘denunciare’ le condizioni in cui vivono.

I profughi, hanno riferito di sentirsi abbandonati a se stessi. Si annoiano, non hanno svaghi.

VERIFICA LA NOTIZIA

La replica dell’associazione che gestisce il business dell’accoglienza — Freedom Cremona — è però decisa: «Si tratta solo di malintesi, a Castelvetro nessun problema». Anche il sindaco Luca Quintavalla è intenzionato a vederci chiaro: «Stiamo approfondendo la questione, per capire se davvero ci sono condizioni simili a quelle descritte. Quel che posso dire è che al momento non abbiamo ravvisato problematiche di sicurezza in paese, né ci sono stati segnalati scontri di alcun genere con gli altri residenti della via».



Lascia un commento