Bannon lancia il populismo globale contro le élite corrotte – VIDEO



L’intervista andata in onda ieri sera a Steve Bannon, l’ideologo dei ‘populisti’ americani.
L’anima nazionalista di Trump.

Bannon ha lasciato la Casa Bianca, dove era lo stratega politico, non in polemica con Trump, ma per ‘finire il lavoro’ iniziato con la sua elezione. Da solo non può riuscire nella rivoluzione, i populisti devono conquistare anche il Congresso. Così Bannon è tornato a Breitbart, per occuparsi di abbattere l’establishment repubblicano appoggiando i candidati populisti alle primarie contro i candidati del partito. Vuole prendersi il partito repubblicano dall’interno (il sistema americano, per come è strutturato, rallenta le rivoluzioni politiche, rendendo quasi impossibile la creazione di un terzo partito, è quindi necessario conquistare uno dei due) attraverso le primarie e portare decine di trumpisti al Congresso. La prima sfida l’ha vinta in Alabama.



Lascia un commento