ISTAT: Solo 5% immigrati viene in Italia a lavorare

L’INVASIONE DEI FANCAZZISTI

Come sapete vengono in Italia a fare i lavori che gli italiani non vogliono fare. Per questo nel 2016 sono stati rilasciati 226.934 nuovi permessi a extracomunitari, il 5% in meno rispetto all’anno precedente. Il calo ha di nuovo riguardato soprattutto le migrazioni per lavoro (12.873) – diminuite del 41% rispetto al 2015 – che rappresentano ormai solo il 5,7% dei nuovi permessi, mentre “quelli per richiesta asilo, asilo politico e altre forme di protezione internazionale sono aumentati del 21%”.

In sostanza solo il 5% degli immigrati viene in Italia a lavorare. Il 95% viene a farsi mantenere in un modo o nell’altro.

I nuovi permessi per motivi di asilo e protezione umanitaria hanno raggiunto infatti nel 2016 il massimo storico (77.927, il 34% del totale dei nuovi permessi). I Paesi di origine più rappresentati sono Nigeria, Pakistan e Gambia. Il che fa ridere.

VERIFICA LA NOTIZIA

In questo contesto di invasione totale, il governo e la parte più marcia del Parlamento stanno lavorando per cercare di far approvare la legge sullo Ius soli, che consentirebbe l‘acquisizione immediata della cittadinanza da parte di chi è nato in Italia da genitori stranieri, o da chi vi è arrivato da minore. Come gli stupratori di Rimini.

CI STANNO SOSTITUENDO: OGNI ANNO 185.000 NUOVI ITALIANI

Ius Sanguinis per bloccare l’esercito dei nuovi finti italiani. E riforma della demenziale legge sull’Asilo che permette di darlo a fancazzisti nigeriani, pakistani e gambiani che la guerra non l’hanno mai vista. Infine, abrogazione di quella sui ricongiungimenti familiari: è così che arrivano terroristi islamici presenti e futuri.



Lascia un commento