Catalogna, Puigdemont dichiara un’indipendenza a metà

La Catalogna “sospende la dichiarazione di indipendenza per avviare il dialogo, perché in questo momento serve a ridurre la tensione”, la bizzarra dichiarazione del presidente catalano Carles Puigdemont nel suo intervento al Parlamento di Barcellona. Poco prima Puigdemont ha chiesto all’assemblea catalana, “come presidente della Generalitat”, di assumere il mandato “perché la Catalogna si converta ad una Repubblica indipendente”, sospendendo poi quella dichiarazione unilaterale.

Non hanno nemmeno la serietà che serve nei momenti solenni, i secessionisti catalani. Ci mancava la secessione da operetta.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le sue parole non sono state gradite dal governo spagnolo che con un portavoce fa sapere che quella di Pidguemont “è una tacita dichiarazione di indipendenza”. Altre fonti del governo di Madrid affermano che “non si può dare nessuna validità alla legge sul referendum sospesa dalla Corte costituzionale, né presentare “come valido il supposto conteggio di un referendum fraudolento e illegale”. Inoltre “non si può dar per scontato che i catalani vogliano l’indipendenza”.



Lascia un commento