Profughi si masturbano davanti altalene bambini

Minniti li vuole diffondere sul territorio, e loro si stanno dando da fare. Sono stati arrestati per atti osceni in luogo pubblico, due profughi del centro di accoglienza di Bresso. Domenica pomeriggio, mentre il Parco Nord era gremito di famiglie con bambini, i due uomini di 20 e 28 anni, entrambi originari del Bangladesh, sono stati fermati mentre si masturbavano nelle vicinanze di aree giochi.

Rischiano nulla, vista la depenalizzazione degli atti osceni voluta dal PD.

I due episodi non sarebbero collegati, il che è anche peggio, significa che è proprio il loro comportamento ‘normale’. Sono avvenuti a poca distanza l’uno dall’altro a metà del pomeriggio di domenica.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il primo è stato segnalato dalle Guardie ecologiche volontarie del Parco Nord nella zona di via Suzzani. Il secondo al confine tra Sesto e Bresso. In entrambi i casi, i giovani stranieri si masturbavano a poca distanza da aree giochi frequentate da famiglie e bambini, ma per fortuna non sono stati visti dagli utenti del parco. Di loro si sono occupati i carabinieri di Bresso e della Compagnia di Sesto che hanno proceduto all’arresto con l’accusa di atti osceni in luogo pubblico con l’aggravante di averli consumati in una zona frequentata da bambini. Sono ospiti del centro di accoglienza della famigerata Croce Rossa che sorge proprio all’interno del Parco Nord.

E’ bizzarro che un Bengalese possa anche solo chiedere asilo, lasciamo stare che lo ottenga:

Bangladesh accoglie profughi, ma noi diamo Asilo in hotel ai Bangladesi

Al governo abbiamo criminali politici. D’alto bordo.



Lascia un commento