Primo non è bastato, cittadini ridanno fuoco a centro profughi

A Lodi non apprezzano l’accoglienza dei giovani maschi africani in fuga dalla guerra in Siria

Il primo incendio non era servito ad allontanare l’idea di piazzare giovani maschi africani in fuga dalla guerra in Siria nella palazzina, così qualcuno ha deciso per il bis.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ieri mattina, lunedì 9 ottobre, i soliti ignoti si sono introdotti nel fabbricato di via Dosso e, saliti al primo piano, hanno appiccato l’incendio agli arredi pronti per ospitare un gruppo di sedicenti profughi che dovrebbero – condizionale d’obbligo – arrivare tra una decina di giorni. Sul posto sono intervenuti i pompieri che hanno spento il rogo. Si tratta del secondo incendio nel giro di pochi giorni, entrambi dolosi.

Non si fa.



Lascia un commento