Arrestati 22 profughi Rohingya: hanno massacrato villaggio ‘infedele’

Arrestati in Bangladesh, dove si erano rifugiati, 22 profughi Rohingya, i musulmani espulsi dalla Birmania del premio nobel per la pace. I 22 sarebbero parte del gruppo terroristico che ha massacrato cittadini birmani di religione indù prima dell’espulsione di massa:

In poco più di un mese Aung San Suu Kyi è riuscita ad espellere dal suo paese circa mezzo milione di immigrati islamici di lunga data. Vivevano in Birmania da quando questa era colonia inglese.

Questa espulsione di massa, seguita all’attacco dei jihadisti rohingya contro esercito e villaggi buddhisti, ha scatenato la rivolta della cosiddetta comunità internazionale. Che ancora una volta, si è schierata dalla parte dei terroristi islamici. Perché tutti noi conosciamo il ‘terrorismo buddhista’ e invece la pacifica religione islamica.

VERIFICA LA NOTIZIA
Il fatto che noi, in Europa, si risponda con le candeline colorate alle stragi islamiche, non comporta che il resto del mondo civile faccia lo stesso. Alcuni, si incazzano. Di brutto. Come i Birmani.



Lascia un commento