Cittadino anti-Moschea pestato da immigrati: “Muori m*rda italiana”

Condividi!

Christian Guardavilla, commerciante, 42 anni abita a Ombriano e giovedì sera, 5 ottobre, è finito al pronto soccorso in seguito a un’aggressione.

«Da un po’ di tempo — spiega mentre si trova ancora al pronto soccorso – trovavo la mia macchina vandalizzata: righe alla carrozzeria, spunti e così via. Con un ulteriore disturbo per me e la mia famiglia: ogni vandalismo veniva annunciato con una scampanellata al citofono. Rigavano l’auto, suonavano e scappavano. Così, visto che la cosa accadeva periodicamente tre, quattro volte alla settimana, praticamente un giorno sì e uno no, giovedì sera mi sono nascosto nella mia vettura e li ho beccati sul fatto».

Tre ragazzini, due stranieri e uno italiano, stando alla testimonianza dell’aggredito. Colti di sorpresa scappano in bici in direzione di via Marinelli. «Stavo per prenderne uno — prosegue il commerciante — ma si è girato e mi ha tirato in faccia una bottiglia di vetro. Sono caduto e sono rimasto a terra e ho sentito uno che mi gridava: ‘muori, merda’».

VERIFICA LA NOTIZIA

Guardavilla è vittima di continue aggressioni da quando si occupa con il comitato di quartiere della moschea abusiva in via Rossignoli.




Lascia un commento