500 stranieri riscuotevano pensione in Italia, dalla Romania col minibus



Sempre grazie alla legge approvata a suo tempo da Prodi che allargava – su mobbing della Cgil e del Vaticano – la pensione sociale agli immigrati. La pensione sociale serviva a garantire una vecchiaia dignitosa anche a chi non aveva versato contributi. Civiltà finché riguardava italiani malati, parassitismo che rischia di fare crollare il sistema pensionistico se tutti gli immigrati importano i loro genitori a riscuotere la pensione senza mai avere versato una lira di contributi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il Nucleo repressione frodi della Guardia di Finanza ha scoperto che c’era anche chi si era organizzato con un servizio di minivan. In 500 sono stati denunciati per «percezione indebita di sussidi». La Gdf ha passato al setaccio 39.742 posizioni previdenziali in erogazioni sociali verso stranieri, sottoponendo i singoli ad un “indicatore cumulato di pericolosità”. Al termine delle indagini sono stati individuati almeno 479 casi irregolari, sparsi un po’ in tutta Italia.

Di questi, 65 sono cittadini albanesi e 58 marocchini.

Le Fiamme Gialle hanno anche provato che dalla Romania (13 percettori scovati), partivano addirittura dei pulmini organizzati per accompagnare chi incassavae l’assegno e fare poi ritorno a casa.



Lascia un commento