Picchiano poliziotti, liberi immigrati: “Qui comandiamo noi, voi Italiani siete merde”

Condividi!

Hanno pestato quattro poliziotti, mandandoli all’ospedale, ma non meritano di passare nemmeno una notte in galera.

Lo ha deciso il giudice di Napoli che ha liberato gli unici due immigrati arrestati.

“Qui comandiamo noi, siete delle merde. Italiani razzisti e ladri”, dicevano gli immigrati agli agenti mentre li pestavano. Il giorno dopo di fronte al giudice per il processo per direttissima. Mamoud Saibou, 20 anni, Mohammed Cisse, 26 anni, Karim Quattara, 23 anni, sono stti condannati, si fa per dire, a 8 mesi di carcere per resistenza, lesioni in concorso, oltraggio a pubblici ufficiali e danneggiamento dei beni della pubblica amministrazione: in realtà condannati a 0 giorni di galera, visto che sono stati liberati sospendendogli la pena. Non è colpa del magistrato, così dice la legge. Al tempo del Pd.

_____________________________

Agenti fermano migrante: accerchiati dal branco e feriti, auto vandalizzata

Diversi agenti feriti e un’auto distrutta. Sono gli esiti di una ‘normale’ giornata di integrazione. Dopo che una volante è stata accerchiata da un gruppo di immigrati inferociti in stile banlieu francese.

Li hanno attaccati con violenza per difendere un loro connazionale che era stato fermato dagli agenti, una rivolta sedata solo grazie all’arrivo di altre pattuglie giunte a supporto dei colleghi in difficoltà. Ma quando saranno di più? Quando saranno armati?

Milizie nigeriane occupano il territorio: “Stanno armando i profughi”

Gli immigrati, numericamente di più rispetto agli agenti, sono intervenuti senza pensarci troppo quando un ivoriano è stato fermato per semplici controlli di routine.

Tre immigrati della Costa d’Avorio, di età compresa tra i 20 ed i 25 anni, sono stati bloccati. Sono tutti senza fissa dimora. Domani saranno giudicati con rito direttissimo. Le accuse, con cui sono stati arrestati, sono “resistenza oltraggio lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento di beni della pubblica amministrazione”.

VERIFICA LA NOTIZIA




Lascia un commento