Stupri Rimini, Butungu confessa: “Sono tanto pentito”

Condividi!

Ha confessato e osa dirsi pentito, il connazionale della Kyenge, quel Guerlin Butungu, profugo congolese (musulmano) di 20 anni in fuga dalla guerra in Siria, arrestato per il doppio stupro a Miramare e detenuto nel carcere di Pesaro.

Butungu è stato sentito per 3 ore davanti al pubblico ministero e ha ripercorso la notte del 26 agosto in cui, con tre complici, ha stuprato una turista polacca rapinato l’amico e violentato un trans peruviano.

VERIFICA LA NOTIZIA

Assistito dagli avvocati Mario Scarpa e Ilaria Perruzza, ha ammesso di aver violentato la donna e il trans, ha ammesso la rapina del 12 agosto ai danni di una coppia di Legnano e di aver partecipato a un’altra rapina la stessa notte degli stupri.




Lascia un commento