Boldrini, Prodi e Minniti: “Ius Soli subito”

Siamo in presenza di una ossessione. Nel giro di poche ore prima l’abusivo Minniti, poi lo zombie Prodi e ora l’abusiva Boldrini. Tutti esigono lo ius soli. Hanno fretta di svendere la nostra Italia agli stupratori di Rimini e ai loro fratelli. Per ridurre l’Italia a quello che ora sono Francia e Inghilterra: culle del jihadismo.

“Se la politica è l’arte del futuro, allora spero che il Parlamento approvi questa legge”. Così il presidente abusivo della Camera, Boldrini, sullo Ius soli.

“Sgombriamo il campo da equivoci, per-
ché – scrive in un post sul suo profilo
Facebook – su questo tema c’è chi ali-
menta confusione e paure”. La riforma
della legge sulla cittadinanza, spiega,
pone solo delle “condizioni ben preci-
se”. Il minore deve passare “attraverso
le varie tappe” ed è perciò “nell’inte-
resse della collettività che questi
giovani diventino buoni cittadini”.

Come se definire qualcuno italiano lo rendesse, ipso facto, un ‘buon cittadino’. Questa è di una ignoranza che farebbe impallidire una talpa in coma.

VERIFICA LA NOTIZIA

Comunque ditelo: volete la guerriglia per le strade? Perché questo otterrete se insistete a pochi mesi dalle elezioni con una legge che un Parlamento incostituzionale e in scadenza nemmeno dovrebbe immaginare.



Lascia un commento