All’ospizio arrivano i profughi, anziana prende la Scabbia

Condividi!

L’integrazione non ha barriere

Un caso accertato di scabbia si è registrato in una struttura per anziani di Piacenza. Ospiti e operatori della struttura per anziani tutti sottoposti a profilassi. Nella struttura a fare compagnia ai vecchi sono arrivati dei profughi (rendono molto di più) ma, ovviamente, tra le due cose non vi e alcuna correlazione.

«La situazione è del tutto sotto controllo» riferisce infatti Cristiana Bocchi, direttore generale dell’Asp Città di Piacenza, ente che ha in gestione il Vittorio Emanuele.

I sintomi della malattia sulla ospite in questione (ora ricoverata all’ospedale di Piacenza e sotto terapia) si sono manifestati qualche giorno fa e immediatamente sono scattate le procedure per impedire un potenziale contagio

VERIFICA LA NOTIZIA

«Non c’è alcun allarme – precisa Bocchi – e, giusto per evitare polemiche, non esiste alcun nesso tra la presenza dei profughi che ospitiamo e questo caso di scabbia». Glielo ha detto personalmente la Scabbia.




Lascia un commento