Cardinale vuole più membri africani: “Migranti non sono mai troppi”

Ha ragione Steve Bannon, l’ideologo dell’alt-right americana, il Vaticano vuole più immigrati perché deve riempire le chiese che si svuotano. Il loro problema è che le chiese si svuotano perché loro chiedono più immigrati. E poi, non è solo le chiese che vogliono riempire, anche le canoniche. Per soldi. Ma non solo per soldi.

E pur di avere carne fresca e nuovi membri nella congregazione. Sono pronti a qualunque cosa. Anche a negare l’evidenza e spostare l’Africa in Siria e definire povero chi ha migliaia di euro da spendere per venire qui.

Il fenomeno migratorio in Italia? “È sopravvalutato e ci si dimentica che la nostra stessa identità ne è frutto”. Lo ha detto l’arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori all’assemblea del clero che si è tenuta alla Casa di spiritualità “Elia Dalla Costa” a Lecceto.

VERIFICA LA NOTIZIA

Per il prelato toscano, «si tratta di porsi di fronte alle migrazioni contemporanee, legate a contesti di guerra e di povertà estreme, con uno spirito che unisca al tempo stesso accoglienza per l’altro riconosciuto come fratello e consapevolezza della propria identità culturale e religiosa nel momento in cui ci si pone in dialogo. Pensare di arginare i fatti con i muri e i divieti è puramente illusorio; cercare di orientarli attraverso politiche di cooperazione e di coordinamento, come i corridoi umanitari, non solo è saggio ma è anche capace di evitare gli esiti più distruttivi, come le morti in mare, e di generare prassi virtuose, con la prudenza che fa i conti con le concrete possibilità».

Come abbiamo visto in questi giorni, i muri funzionano. Basta volerlo e gli sbarchi si azzerano. Anche perché non arriva nessuno in fuga dalla guerra, e nemmeno dalla povertà. Sono i figli della loro classe media che vengono a sfruttare il nostro welfare. E a sollazzare qualche prelato.



Lascia un commento