Tunisia svuota carceri e imbarca migliaia di ex detenuti verso Italia

Condividi!

Non hanno solo svuotato le prigioni libiche, come vi dicemmo tempo fa:

Libia svuota carceri: “Siamo ex detenuti, Polizia libica ci ha imbarcato per Italia”

Anche la Tunisia sta svuotando le proprie carceri e imbarcando verso le nostre tantissimi ex galeotti, appena rimessi in libertà. Non sorprende poi che questi qui rubino se va bene, stuprino se va male, e uccidano se sono in vena.

Parliamo di migliaia di detenuti in carcere soprattutto per reati come spaccio e furto graziati dal presidente della Repubblica di Tunisia in occasione di due ricorrenze: la fine del Ramadan a giugno e il 60mo anniversario della Repubblica a luglio. In queste due occasioni sono migliaia, ogni anno, i delinquenti graziati.

VERIFICA LA NOTIZIA

E proprio nello stesso periodo si è notato un boom di sbarchi di tunisini, particolarmente evidente soprattutto se messo in relazione con il cessare degli sbarchi dalla Libia: stando ai dati dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Agrigento, nelle isole di Lampedusa e Linosa sono arrivati negli ultimi tre mesi ben 341 tunisini su un totale di 1.319 clandestini. Tutti ex detenuti, probabilmente. E parliamo di quelli individuati, poi ci sono gli sbarchi fantasma.

Non solo: molti dei clandestini, una volta sbarcati riescono a dileguarsi senza farsi identificare. E anche quelli che finiscono nell’hotspot trovano infinite vie di fuga. Secondo le forze dell’ordine, Lampedusa è quindi diventata “un carcere a cielo aperto”, di ex detenuti africani.




Un pensiero su “Tunisia svuota carceri e imbarca migliaia di ex detenuti verso Italia”

  1. Con ex galeotti africani maomettani, ci vorranno squadre antistupro in tutte le citta’ italiane….e’ inammisibile come ci ha ridotto il pd abbiamo perso anche il rispetto da parte delle altre nazioni…arabe!

Lascia un commento