Barcellona, parlano genitori terroristi: “Erano bravi ragazzi”

I fratelli Mohamed e Omar Hychami, di 24 e 21 anni, sono due dei terroristi islamici della strage di Barcellona. Sono rimasti uccisi nella sparatoria di Cambrils.

Il padre, Hechami Gasi, intercettato a Ripoll, il luogo dove si trova la moschea dove predicava l’imam ritenuto ideatore dell’attentato, li difende.

“Non so cosa abbiano fatto alla testa dei miei figli, ti assicuro che erano dei ragazzi buoni, normali”. Il problema è proprio questo: erano normali musulmani, come ce ne sono tanti nelle nostre città.

Riferendosi all’imam, aggiunge: “Quest’uomo che cosa gli avrà messo nella testa?”. Infine, più volte, ripete: “Erano bravi ragazzi”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Poi ha parlato anche la madre dei due terroristi: “Erano dei ragazzi normali. Si prendevano cura di me, avevano un lavoro e non rubavano. Mi avevano detto che sarebbero stati in vacanza fino al 25 agosto, mi avevano mandato anche delle foto dalla spiaggia”.



Lascia un commento