VENTIMIGLIA: IMMIGRATI DEVASTANO COMMISSARIATO E UMILIANO AGENTI

Ventimiglia – Hanno scatenato l’inferno in commissariato, mandando in ospedale quattro tra poliziotti e carabinieri che tentavano di frenare la loro violenza, non potendo abbatterli e nemmeno sparargli alle gambe, dopo le folli iniziative di magistrati e governo di alcuni giorni fa.

Sette sudanesi la scorsa notte, dopo essere stati condotti in caserma a Ventimiglia, assieme ad altri tredici stranieri appena respinti dalla Francia, hanno devastato il commissariato e picchiato gli agenti: questi sono i criminali che la Croce Rossa, i preti con il prurito posteriore e le varie Ong assistono a Ventimiglia.

Hanno danneggiato il telaio della finestra anti-sfondamento e addirittura sono riusciti a divellere il telaio della porta blindata di accesso alla sala fermati.

Sette gli arrestati, che oggi, in tribunale a Imperia, hanno patteggiato dieci mesi di reclusione con sospensione della pena. E quindi sono liberi, anche se sono state avviate le procedure di espulsione e dovrebbero essere inviati in uno dei Centri di identificazione ed Espulsione(Cie) del centro nord, per poi essere rimpatriati. In teoria, ovviamente.

Giunti in Italia dalla Francia stanchi e affamati, prima di scatenare la rivolta hanno cenato in commissariato. Una volta recuperate le forze hanno iniziato ad inveire contro gli agenti, ma alle urla sono presto seguiti i fatti, in un climax di incontenibile violenza. La prossima volta, prima di sfamare questi delinquenti a spese nostre, ci penseranno un po’ su.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma questo non ferma i criminali dell’accoglienza. In questo ore l’apertura di un nuovo centro per fancazzisti, questa volta per sedicenti minori non accompagnati. Il centro è già in corso di allestimento all’interno di un locale, che la Prefettura di Imperia ha preso in comodato dalla Croce Rossa. Sorgerà in uno stabile della Marina San Giuseppe, sarà aperto in più fasi e, a pieno regime, dovrebbe ospitare tra i venticinque e i trenta stranieri, che avranno a disposizione: camere da letto, servizi e una cucina tutta loro. Tutto a spese nostre. Stato di merda.



Lascia un commento