Povia umilia buonisti: “Sono contro immigrazione per amore delle mie figlie”



Estratto dell’intervista concessa al Giornale da Povia, dopo le ‘polemiche’ per la canzone Immigrazia
“L’immigrazione è una follia voluta da chi vuole che tu vada via, l’immigrato mentre tu stai sulla sedia piano piano si insedia… con l’aiuto del governo si prende il nostro posto e si prende pure il Padreterno… Gli immigrati di domani saranno i nuovi italiani. Ma se dici queste cose sei soltanto un incivile”.

Ci spiega qual è il vero significato di “Immigrazìa”?

Con “Immigrazìa” mi riferisco all’immigrazione di persone che prendono il nostro posto accettando stipendi bassi e condizioni di vita pessime, sostituendo nel tempo il popolo italiano. E non solo. Racconto anche un’altra immigrazione, quella dei capitali e delle fabbriche italiane che spariscono all’estero, così come la nostra cultura che si sta via via diluendo. È l’Italia e l’italianità che stanno emigrando altrove, mi segue?

C’è un fatto o un avvenimento di cronaca, in particolare, al quale si è ispirato per scrivere il suo brano?

Sì, quella cosa che è sotto gli occhi di tutti: la realtà.

Così facendo si è però precluso una bella fetta di pubblico, oltre che agibilità e spazi. La sua scelta non è una scelta di marketing, a cosa pensa quando fa musica?

Alle mie bimbe. Quando scrivo, se penso a loro so che non posso permettermi di sbagliare o mentire. Anche attraverso la musica faccio del mio meglio per lasciargli una testimonianza vera, non riesco a sopportare l’idea che crescano in un mondo culturalmente anestetizzato.

“Povia è un artista coraggioso”. Ed invece che effetto le ha fatto l’endorsement di Matteo Salvini?

Non può che farmi piacere. Matteo è un ragazzo coraggioso. Al di là dei pregi e dei difetti, come li abbiamo tutti, è uno che porta avanti le le sue idee con grande determinazione. Con buona pace di qualche democratico che ogni giorno gli augura la morte, le cose che dice sono condivise da molti e il suo partito sta salendo nei consensi, vuol dire che capisce i bisogni della gente.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le mie date sono in copertina su Facebook o sul sito povia.net e per il disco si può ordinare a giuseppepovia@vodafone.it



Lascia un commento