Tenuta schiava dagli Islamici per 6 mesi: “Violentata ogni giorno” – VIDEO

Condividi!

Nuova drammatica testimonianza di ragazza infedele rapita dagli islamici di ISIS. La ragazza Yazidi che è fuggita dopo essere stata catturata dai jihadisti ha raccontato di essere stata stuprata ogni giorno e che ha tentato di uccidersi per uscire dall’incubo quotidiano.

La donna, che si è identificata come “Ekhlas”, ha dichiarato alla BBC che aveva 14 anni quando i combattenti islamici di ISIS l’hanno catturata nel 2014. Lei e migliaia di altre donne Cristiane e Yazidi sono state rapite nel nord dell’Iraq. Lei venne ‘arrestata’ da un miliziano che se la prese come schiava sessuale. Le donne venivano poi distribuite tra i combattenti islamici attraverso una ‘estrazione’.

VERIFICA LA NOTIZIA
“Ogni giorno, per sei mesi, mi ha violentato”, ha detto Ekhlas alla BBC. “Ho cercato di uccidermi.”
“Era così brutto, come una bestia, con i suoi capelli lunghi. Mi sentivo così male, ero così spaventata che non riuscivo a guardarlo. ”

Ekhlas è riuscita a sfuggire sei mesi dopo la sua cattura durante i combattimenti. Nella foto in alto la drammatica testimonianza di un’altra prigioniera yazidi.




Lascia un commento