Boldrinismo, dopo l’arte fascista ora vogliono ‘colorare’ il David: “Bianco è razzista”



Il boldrinismo è una patologia iconoclasta non nata in Italia, ma che deriva dal fanatismo politicamente corretto angloamericano. Quando la nostra eroina invoca l’abbattimento delle statue d’epoca fascista, l’utilizzo di termini politicamente corretti e sessualmente neutri, non parla da un altro mondo. Ma come parte di una ideologia diffusa in un milieu intellettuale – si fa per dire – progressistoide e degradato.

Di cui fa parte anche Sarah Bond, che in un articolo pubblicato sul giornale progressista hyperallergic denuncia che “statue, rilievi e sarcofagi creati nell’antichità erano dipinti” e non di “marmo bianco come sono oggi”.
“E’ un messaggio pericoloso che continua ancora oggi ad influenzare le idee di supremazia bianca.”

E’ vero. Le statue antiche e le costruzioni come ad esempio il Partenone erano colorati. Il Rinascimento, che aveva a disposizione quel che ne restava, li ha rivisitati totalmente bianchi. Creando anche una nuova idea di purezza, non solo ideale, ma anche di stile. Ma l’idea che questo influenzi o che abbia influenzato il concetto di supremazia bianca è bizzarro: a definire l’ideale di bellezza europeo non è il colore in sé, ma le forme. E che questa sia l’espressione di un’intelligenza superiore. Nulla è infatti paragonabile alla scultura che è nata nel mondo greco e ha raggiunto il suo apice nel Rinascimento italiano.

Ma per la boldriniana Bond “l’equazione di marmo bianco con la bellezza non è una verità inerente al mondo,” ed è quindi una “costruzione pericolosa che continua ad influenzare le idee della supremazia bianca oggi”.

Facendo poi notare che “la maggior parte dei musei e i libri di storia contengono un eccesso di bianco” che “ha un impatto sul modo in cui vediamo il mondo antico.”

VERIFICA LA NOTIZIA
Non vorremmo che la furia iconoclasta dei boldrinisti, veri alleati dei fanatici islamici di ISIS, dopo l’arte fascista, si avventasse anche contro quella greca e rinascimentale. Dopo i mutandoni di Renzi per le visite dei suoi fornitori di Rolex, potremmo trovarci orde di boldriniani che ‘colorano’ il David e la Pietà di nero. Non lo leggete ad alta voce, potreste dare loro un’idea.



Lascia un commento