Scontri tra profughi in hotel per la precedenza sessuale



Condividi!

Scontri tra profughi per le prede sessuali lunedì sera, nel centro di accoglienza per migranti ‘Eden’ di Campobasso.

Coinvolte molte donne e uomini probabilmente. Sul posto agenti della Polizia e Carabinieri, oltre al personale in servizio nella struttura che con difficoltà hanno riportato l’ordine.

VERIFICA LA NOTIZIA
Lo avevamo già scritto, troppi i casi di ‘profughe’ beccate a battere e di hotel che le ospitano trasformati in viavai di papponi e clienti.

Secondo l’OIM, almeno l’80% delle donne nigeriane che arrivano in Italia sui barconi sono prostitute. Questa è la cifra, ufficiale, indicata dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, dopo un’analisi del traffico di ‘profughi’ nel Mediterraneo, che sta crescendo grazie a Renzi e ai suoi cuckold.

Se è vero che sbarcano quasi tutti giovani maschi africani, le poche donne che arrivano sono praticamente tutte puttane pronte ad essere inserite nel mercato. I papponi nigeriani ringraziano Renzi, Alfano, le Ong e la Marina Militare. Tra prostitute si comprendono. Probabilmente fanno a mezzo.

E per diffondere l’emergenza, è atteso tra oggi e domani l’arrivo di nuovi richiedenti asilo in Molise. Effetto dei nuovi arrivi che si sono registrati negli ultimi giorni.
Ancora da stabilire il numero dei nuovi richiedenti asilo che verranno assegnati al Molise. Secondo quanto riferito dall’agenzia Ansa, 150 in Lombardia, 100 in Campania, altrettanti nel Lazio (Frosinone, Latina, Viterbo), 80 in Piemonte, 55 in Veneto, 50 in Emilia-Romagna e altrettanti in Abruzzo, Molise, Umbria, Marche.
Una cinquantina quindi, in tutto, secondo le previsioni. Ma si tratta di una stima, al momento. La Prefettura di Isernia ha infatti confermato l’arrivo di nuovi immigrati, ma il numero verrà stabilito nelle prossime ore. Naturalmente dipenderà anche dalla disponibilità di posti all’interno dei centri temporanei di accoglienza. Sono circa 1500 i richiedenti asilo sbarcati nel fine settimana appena trascorso. Oltre 650 nel porto di Bari e 923 a Corigliano Calabro, a bordo della nave tedesca Rhein. Il gruppo è composto da 595 uomini, 121 donne, delle quali 14 incinte. Tutti sub sahariani.



Lascia un commento