Governo mette fiducia per regalare 17 miliardi a Banca Intesa

Il governo pone la questione di fiducia nell’Aula della Camera sul dl banche venete. Lo ha annunciato all’Assemblea di Montecitorio il ministro per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro. Quella dell’Ikea.

“Di domenica, in un Consiglio dei ministri durato appena 18 minuti, questi partiti si sono giocati 17 miliardi dei soldi dei cittadini. Cinque sono già stati regalati sull’unghia a Intesa Sanpaolo e altri 12 sono a rischio sui crediti deteriorati e i contenziosi degli istituti veneti. In pratica, hanno messo nel piatto un miliardo al minuto per chinare la testa di fronte al ricatto della prima banca italiana che si è presa solo le parti buone di Popolare di Vicenza e Veneto Banca. E ha lasciato a noi il resto”. Lo affermano i deputati M5S in relazione alla protesta d’aula sul decreto ‘banche venete’. Infatti oggi subito dopo la richiesta di fiducia da parte del governo, il M5s ha intonato un coro di “Ladri, ladri”. “Non potete permettervi di dare dei ladri in questa aula”, dice il presidente di turno Simone Baldelli, che richiama anche alcuni deputati M5s, Fico, Sibilia e Ruocco, tra gli altri, che impediscono il passaggio dei commessi in aula per rimuovere uno striscione esposto dai deputati grillini.




VERIFICA LA NOTIZIA
“I servi delle banche piazzati dalle lobby al Governo chiudono la bocca al Parlamento e mettono la fiducia sull’ultimo e indegno decreto salva banche. Quando manderemo a casa questa gente faremo di tutto per scoperchiare tutto il marcio che c’è nel sistema bancario, negli organi preposti al suo controllo e nella politica complice e connivente. Chi ha messo in ginocchio centinaia di migliaia di risparmiatori e ha scaricato sugli italiani i costi di fallimenti miliardari è un traditore dell’Italia e deve pagare”.
È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.



Lascia un commento