Torre Annunziata, ennesimo B&B avrebbe causato crollo

”Un B&B occulto dietro il crollo. Torre Annunziata, la pista dei lavori di ristrutturazione all’ombra dei clan’ è il titolo in prima pagina del quotidiano ‘Il Mattino’ per spiegare il crollo dell’edificio che ha provocato otto morti. In un lungo servizio, il quotidiano ricostruisce la ‘storia’ dell’edificio, i lavori in corso, alcune passaggi proprietari, con attenzione al secondo piano, non crollato così come il primo. ”Lavori avviati da circa due mesi al secondo piano che negli ultimi tre giorni prima della tragedia si sono fatti più intensi”. Appartamento ”venduto ad una famiglia nota in città per più motivi che, secondo più di una voce che ricorre nella cittadina vesuviana, aveva intenzione di farne un B&B”. Scrive il quotidiano: ”Dopo la presentazione della Scia al Comune, i lavori sarebbero partiti di gran lena, anche con martelli pneumatici”. Lavori ”eseguiti da una ditta su cui gli inquirenti hanno intenzione di verificare sospetti di eventuali legami indiretti con clan torresi”.

VERIFICA LA NOTIZIA
Al di là del clan, grazie alle ‘liberalizzazioni’ bersaniane, l’Italia è diventata un lungo serpentone di B&B, negozi etnici e ristoranti improvvisati senza ormai alcuna regola. Vorrebbero fare lo stesso con i taxi.

L’eccessiva de-regolamentazione, fatta di autocertificazioni, uccide.



Lascia un commento