LI VANNO A PRENDERE ANCHE IN AEREO: 52 ISLAMICI RACCATTATI IN LIBANO

Condividi!

Quanto siano false le parole del governo che finge di lamentarsi per l’invasione in corso, lo dimostra, oltre il fatto che siano loro a inviare le Ong in acque libiche a prelevare clandestini, il continuo flusso di sedicenti profughi anche via aerea.

Dopo i 125 islamici giunti in Italia lo scorso aprile, infatti, questa mattina sono sbarcati all’aeroporto di Fiumicino altri 52 islamici in arrivo dal Libano, dove non ci sono guerre ma tensioni etniche causate proprio dalla presenza di ‘profughi’.

Gli islamici sono arrivati ‘grazie’ ai famigerati corridoi umanitari promossi dai trafficanti umantiari della famigerata Comunità di Sant’Egidio, Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e Tavola Valdese. Parassiti umanitari.

Poco dopo lo sbarco dal volo Alitalia, sono scattate le consuete procedure di accoglienza per i migranti, che sono stati accompagnati dalla Polizia di Frontiera in un’area dello scalo predisposta appositamente per effettuare il disbrigo delle pratiche individuali.

VERIFICA LA NOTIZIA
Quindi seguirà la fase di smistamento per l’affidamento ai centri di accoglienza: tutto a spese nostre.

Ad accogliere i profughi fra gli altri, Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio, Manuela Vinay, in rappresentanza delle Chiese protestanti italiane, Mario Giro, viceministro degli Esteri, alcuni esponenti del ministero dell’Interno. Vergognosi. Questo governo di criminali politici è una vergogna a livello planetario: non bastano quelli sui barconi, li vanno a prendere anche in aereo.




Lascia un commento